Abruzzo

 
Abruzzo

Abruzzo “Natura e Passione”. Grazie alla considerevole estensione di parchi, riserve, oasi, biotopi e dell’area marina protetta Torre del Cerrano - che coprono il 36% del territorio - l’Abruzzo vanta il primato di regione più verde d’Europa. Un territorio unico per la sua conformazione geografica che spazia dal massiccio del Gran Sasso - chiamato anche per il suo profilo montuoso “il gigante che dorme” – alle pareti levigate della Maiella, dagli altopiani carsici del Sirente-Velino, ai boschi e alle cascate formate dai torrenti che scendono dai Monti della Laga. Le dorsali appenniniche degradano poi verso il mare formando il suo litorale, 133 chilometri di costa in un gioco di sabbie dorate, scogliere ed arenili bagnati da un mare fantastico.

La rete integrata dei Parchi e delle riserve naturali - grazie alla varietà degli ecosistemi ed alla sua estensione territoriale - garantisce a questa terra la presenza di specie rare di flora e fauna: in particolare l'orso bruno marsicano, la lontra europea, il lupo appenninico, la lince, il grifone e il camoscio d'Abruzzo hanno trovato in questa regione il loro habitat naturale.

Penetrando dalla costa verso l’entroterra è un susseguirsi di natura e non solo: borghi chiusi ed arroccati sulle cime, centri storici, castelli, eremi e abbazie, laghi e zone archeologiche. Ma è proprio la varietà di ambienti che permette di soddisfare i desideri più disparati di tutti i suoi ospiti: un’avventura in montagna alla ricerca di antichi monasteri, un percorso emozionante alla scoperta di canyon e grotte – come la grotta del Cavallone, una visita culturale a chiese e palazzi in piccoli borghi o in città storiche, come l’Aquila e Sulmona.

Una sosta in agriturismi, ristoranti e trattorie offre l’occasione di conoscere sapori e profumi della cucina tradizionale abruzzese, piatti che trovano la loro carta vincente in prodotti locali e genuini. Tra i primi piatti la pasta la fa sicuramente da padrona: i maccheroni alla chitarra e i maltagliati - ottimi se accompagnati da una zuppa di fagioli freschi; tra i secondi piatti: gli “arrosticini”, spiedini di carne di castrato o di pecora cotti a brace viva, l’agnello “al cotturo” oppure l’agnello “cacio e ovo”, o un gustoso brodetto di pesce. Questi piatti vengono accompagnati dai carciofi di Prezza, dai rarissimi fagioli di Frattura o da ottimi formaggi anche aromatizzati al peperoncino o al tartufo. Vini rinomati come il Montepulciano d'Abruzzo, il Cerasuolo ed il Trebbiano d’Abruzzo ne esaltano il gusto e soddisfano il palato.

Gli amanti della vita all’aria aperta e dello sport possono scegliere tra un’ascensione per giungere in vetta al Corno Piccolo, una gita a cavallo lungo le ippovie, un tuffo nelle fresche acque dei fiumi o un bagno termale nelle acque sulfuree delle Terme di Caramanico, un volo libero con il deltaplano o il parapendio sul monte Morrone, una pedalata in bicicletta, un’uscita in canoa, col windsurf o con la barca a vela.

Col sopraggiungere dell’inverno e del suo manto nevoso l’Abruzzo diventa il luogo ideale per vacanze sulla neve in posti di indubbio fascino: zizagando sulle piste di Roccaraso o di Ovindoli-Magnola, facendo sci da fondo sull’altipiano di Campo Imperatore o scialpinismo sulle pendici del Monte Camicia.

Prova con Campo Base il fascino di una settimana di scialpinismo sulle montagne Abruzzesi tra il Corno Grande al Gran Sasso o sui Monti Sibillini sul Monte Vettore. Un insieme di vari elementi fanno la differenza: ambiente mediterraneo, neve trasformata che garantisce un firn invidiabile, pernottamenti in rifugi ed agriturismi dislocati su rocche incantate da cui godere di albe e tramonti che tingono di rosa le rocce e le nevi dei monti d'Abruzzo, la sintesi di tutto ciò? Una vacanza indimenticabile.

 
Navigando il sito campobase.travel acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.